Attività didattiche

Come far studiare tutti, ma proprio tutti!

stemma degli Este sulla Bibbia miniata

Riforma, Controriforma e salti nella contemporaneità. L’argomento, che potete scegliere in base alle vostre esigenze, in questo caso è stato di tipo storico-culturale, coinvolgendo le materie di storia e religione.

ASCOLTO ATTIVO. Identità individuale, identità collettiva e cornici culturali, pensiero complesso.

A CHI SI RIVOLGE: Studenti di 10-18 anni.

DOVE SI SVOLGE: In un’aula grande, nell’ambito del gruppo classe. Il percorso ha una durata minima di 2 incontri da due ore ciascuno.

OBIETTIVI:

  • Stimolare l’esplorazione della propria complessità;
  • esplorare la cultura ipercodificata in cui cresciamo;
  • stimolare l’interesse degli studenti più reticenti;
  • stimolare la riflessione sul concetto di identità;
  • stimolare la riflessione sull’influenza delle religioni sul modo di pensare e di essere;
  • comunicare e comprendere; stimolare le competenze europee di cittadinanza attiva:
    1. collaborare e partecipare;
    2. individuare collegamenti e relazioni;
    3. agire in modo autonomo e responsabile;
    4. acquisire ed interpretare l’informazione;
    5. risolvere problemi.

METODOLOGIE:  Cooperative learning, simulazione di scenari/dibate, simulazioni teatrali.

AREE CURRICOLARI:  storia, religione

SVOLGIMENTO. L’attività si svolge in due fasi.

FASE 1. SIMULAZIONE DI SCENARI. Si organizzano gli studenti in gruppi di 4 persone. Ogni gruppo fingerà di essere un gruppo religioso diverso. A casa dovranno visionare il materiale presente sul sito realizzato ad hoc per questa attività Religione e cornici culturali e prepararsi per il gioco che sarà fatto a scuola . A scuola gli studenti dovranno simulare un dibattito religioso all’epoca degli avvenimenti storici studiati, esponendo i diversi pensieri, facendo arringhe e contrattaccando le accuse degli altri gruppi in base alle domande guida assegnate loro. Dovranno parlare in prima persona (Noi…Voi invece…). Per far funzionare l’attività, garantendo il divertimento degli studenti senza creare il caos, l’organizzazione del setting è molto importante. Si veda la galleria fotografica del sito per maggiori spiegazioni.

Il momento dei suggerimenti è fondamentale. Dal momento che il gioco è molto appassionante e divertente per gli studenti, tutti vogliono partecipare al meglio. Per questo, però, bisogna aver studiato. Il fatto di consentire i suggerimenti incentiva anche quelli più timidi e meno studiosi a sentirsi coinvolti. Il seme che può generare questa modalità operativa può essere sorprendente, soprattutto per gli studenti con blocchi psicologici alle interrogazioni o per quelli che da soli non studiano nulla. I suggerimenti della prof, in questo ultimo caso, potranno essere molto graditi!

FASE 2. SALTI NELLA CONTEMPORANEITA’. La volta successiva gli studenti, disposti in cerchio, proporranno ai compagni di classe i dialoghi teatrali preparati a casa in base alle situazioni richieste (sul sito).

SITO PER SVOLGERE L’ATTIVITA’ DIDATTICA: bit.ly/36TF9Fo

Sull'autrice

Laura Cipollini

Sono architetto, operatrice di Teatro Sociale® e docente di sostegno. Da ormai 15 anni, prima come esperta esterna ed ora come docente interna, faccio progetti inclusivi nelle classi. Nella sezione delle Attività didattiche troverai qualche spunto per affrontare le lezioni in modo diverso. Per esperienza posso assicurarti che le metodologie utilizzate sapranno coinvolgere TUTTI i tuoi studenti su qualsiasi argomento, più o meno ostico, tu voglia proporre. TUTTI senza eccezioni! Con risultati sorprendenti

Lascia un commento