Risorse

Tradizioni abitative in Polonia e Romania

ECOABITARE. Materiale prodotto dagli studenti

TRADIZIONI ABITATIVE IN POLONIA

Case in legno
Le tipiche case in legno si trovano per lo più a est della Polonia, verso il confine con la Russia, dove il clima è molto più freddo.

casa in legno RytroCasa in legno a Rytro (confine meridionale)  Foto credit by Magro_kr

casa legno Bielystokcasa in legno (Polonia  orientale)  foto credit by Toni Bowden

Chocholow, Polonia centralecasa in legno (Polonia  centrale)  foto credit by Penn State University Libraries
Il legno infatti isola dal freddo e trafila il caldo e quindi è molto buono per le zone fredde.
Le finestre sono grandi per fare entrare la luce.

Case con struttura in legno
La struttura portante in legname impregnato è il primo elemento ad essere costruito e resta in genere visibile; per quanto riguarda i materiali usati per riempire successivamente gli spazi vuoti, si hanno diverse possibilità: spesso si usano mattoni, che possono o meno essere intonacati; altre volte, l’intonaco ricopre un misto a base di legno e limo.

Casa nell’area di Przeździedza (Polonia sud-occidentale)  foto credit by TijsB

casa area di Przeździedza
Le travi orizzontali e verticali sono integrate da quelle oblique, essenziali dal punto di vista statico, dato che servono da puntoni di sostegno per conferire maggiore rigidità all’insieme. Le strutture in legno costituiscono un elemento portante, ma contemporaneamente stilistico, dato che le travi configurano dei motivi geometrici decorativi: in tale modo, si coniugano in una unica soluzione i motivi estetici e quelli funzionali.
Dato il clima delle regioni in cui si trovano le case, la travatura in legno trova la sua conclusione verso l’alto in un tetto a falde spioventi.
Breve storia delle case con struttura a traliccio in Polonia.
La casa con intelaiatura a traliccio (in tedesco Fachwerkhaus, in inglese timber framing, in francese maison à colombages) è una costruzione a scheletro costituita da una travatura di legno le cui lacune vengono riempite con vari materiali. È un modello architettonico tipico dell’Europa Centrale e delle nazioni germaniche, dove venne utilizzato massicciamente dal Medioevo all’Ottocento, e resta ad oggi uno stile tradizionale della Polonia e di altri paesi limitrofi.
Il termine polacco dom z muru pruskiego indica la casa a traliccio, che era estranea alla tradizione culturale dei polacchi. Infatti, essi cominciarono ad abitare in queste case solo quando, dopo la Seconda Guerra Mondiale, la Germania dovette cedere alla Polonia i suoi territori orientali presso l’Oder e soprattutto sulla costa del Mar Baltico, una zona dove il modello dell’intelaiatura a traliccio si era abbondantemente affermato. Ereditando le case, spesso i polacchi ne ricoprirono di intonaco l’intera facciata, nascondendone così la struttura e cancellando volutamente l’effetto bicromatico di quello che essi chiamano, in maniera significativa, il mur pruski, dunque il muro prussiano, nel tentativo di cancellare la tradizione tedesca.
Oltre a Germania, Svizzera, Francia, Inghilterra e Polonia occidentale (essenzialmente Pomerania e Slesia), completano la tipica area di diffusione la Boemia, il Vorarlberg, i paesi del Benelux, la Danimarca, la Svezia meridionale e la Lettonia; anche se seguito all’emigrazione di tedeschi in altri continenti e al ricorso dello stile coloniale, si incontrano alcune case con intelaiatura a traliccio nei continenti più disparati.
Case in mattoni
Questa è una casa tipica nel nord della Polonia.

casa in mattoni nord PoloniaCasa Polonia settentrionale. Foto credit by Tomasz Prechlewski
I muri sono spessi perché in inverno si sta al caldo e in estate è fresco

Case in cemento armato

foto credit by Kamil Gopaniuk

 Panorama Wyszynskiego
Si trovano principalmente al centro della Polonia, nelle grandi citta’. Le case in cemento armato non sono isolanti né per il freddo né per il caldo. Sono costruite quindi in modo scorretto rispetto alle condizioni climatiche.
I tetti
In Polonia ci sono i tetti a spiovente perche il clima è molto rigido e questo tipico tetto fa scivolare via la neve, che cade abbondante.

TRADIZIONI ABITATIVE IN ROMANIA

Le case tradizionali dell’est sono costruite in terra cruda, o con mattoni o con riempimenti in terra e paglia; le case in terra cruda sono ottime perche’ il materiale usato ha grandi capacità di isolante termico.
In Romania le case venivano costruite diversamente nelle varie aree geografiche del Paese a causa del clima; a nord e nel centro le fondamenta venivano fatte da grosse pietre, qualche volta dovevano essere intonacate con terra e sabbia, per non far entrare il freddo. Sempre nella parte a nord, il materiale usato maggiormente e’ il legno, percio’ le case venivano costruite da assi o tronchi di legno, lavorati e incastrati fra di loro.

casa in legno e basamento di pietra a Busteni, centro della RomaniaCasa in legno con basamento di pietra. Busteni, centro della Romania. Foto credit by Gogulescu Silviu

case tradizionali RomaniaFoto credit by Dracula stuff

Basamento in pietra, a sinistra, muri intonacati con struttura in tronchi di legno; a destra, muri in legno. Tetti realizzati con tavolette di legno.

casa tradizionale area di SibiuCasa tradizionale area di Sibiu. Foto credit by Adam Jones

Il legno veniva intonacato con argilla e paglia. In alcuni casi il legno veniva utilizzato solo per realizzare la struttura delle case, e i muri venivano realizzati quasi interamente in terra cruda (argilla e paglia). Il tetto veniva fatto con canne di stagno o con tavolette di legno molto sottili, che venivano unite con il catrame. Nella parte piu’ a sud, verso le pianure, si costruivano case in mattoni lasciati essiccare al sole (altro tipo di sistema in terra cruda).
Il riscaldamento veniva fatto con stufe a legna, spesso in terracotta e poi decorate con mattonelle di ogni forma e colore. Altre case venivano fatte in pietra, soprattutto nelle regioni in cui la natura offre un’ampia scelta della materia prima, dalla pietra dei fiumi (sassi) a quella prelevata nelle cave (aree vicino a corsi d’acqua, aree montane in particolare).
Di solito le finestre erano preferibilmemte piccole e il pavimento in legno. Le cantine venivano fatte o sotto la cucina (cioe’ sotto casa) o sotto il fienile.

abitazione tradizionale area di Valcea, RomaniaAbitazione tradizionale nella zona di Valcea, Romania. Basamento in pietra, muri intonacati, struttura in tronchi di legno. Foto credit by Dracula stuff

 

Immagine di presentazione: casa tradizionale sul delta del Danubio. Foto credit by Thomas Hackl

 

Sull'autrice

Laura Cipollini

Sono laureata in architettura e ormai da 10 anni faccio ricerca-azione nelle scuole, gli unici laboratori permanenti di cittadinanza attiva che abbiamo in Italia! Lavorando nella scuola pubblica ci si rende conto che non abbiamo bisogno di viaggiare per scoprire il mondo, il mondo è nelle nostre classi. Ciò significa affrontare quotidianamente situazioni molto più complesse rispetto al passato, sia da un punto di vista relazionale sia da un punto di vista didattico. Su questo sito desidero condividere la mia esperienza.. con l’auspicio che diventi un luogo di confronto su temi oggi relegati purtroppo nelle aule scolastiche..

Lascia un commento