Formazione per docenti

Percorso formativo n. 3

PER UNA SOCIETÀ INTERCULTURALE E INCLUSIVA: PAESAGGI IDENTITARI COME IPER-TESTI DIDATTICI. I LUOGHI CHE CANTANO, LE PERIFERIE URLANTI E LE INFINITE SFUMATURE INTERMEDIE

Le dinamiche sociali vissute in qualità di abitanti sono il fattore scatenante delle nostre scelte di vita. Il concetto di abitare, infatti, si riferisce ad un processo che si costruisce giorno dopo giorno e contiene in sè un duplice significato: da un lato il senso del possesso, dall’altro il senso dell’appartenenza, un sentimento fondamentale per la costruzione della propria identità. Ciò è a tal punto vero che persino la “volontà di appartenere alla comunità dei terroristi”, come afferma Horgan, può essere considerata speculare al senso di esclusione percepito e vissuto nelle società occidentali da questi giovani immigrati, di prima o seconda generazione, che nei nostri paesi sono nati e/o cresciuti.
Nell’ambito di questo percorso formativo si esplorerà dunque il ruolo strategico potenziale che il contesto territoriale in cui abitano gli studenti può assumere in termini relazionali, di autostima, di costruzione del sè, di protagonismo. L’occasione è notevole se pensiamo che questi strumenti strategici sono a disposizione degli studenti nel loro agire quotidiano. Non lasciamoli muti, non lasciamo che diventino prigioni dell’io.

• Il contesto abitativo come soggetto dialogante.
• Concetto di abitare, costruzione del sè, dinamiche relazionali con il contesto abitativo e nel contesto abitativo, inclusione.
• Luoghi che cantano, luoghi che parlano, luoghi muti e le periferie urlanti.
• Processi di costruzione identitaria e ruolo strategico del paesaggio in cui abitiamo. I paesaggi identitari. Come “sfruttarli”?
• Processi di costruzione identitaria e ruolo limitante del paesaggio in cui abitiamo. Come disinnescare una relazione distorta che può ostacolare la libera espressione degli studenti?
• Come esplicitare il valore strategico dell’iper-testo in cui abitiamo? Come stimolare processi di costruzione identitaria consapevoli? Come rafforzare l’autostima e la percezione del sè attraverso l’iper-testo in cui ci muoviamo quotidianamente? Come migliorare le dinamiche relazionali della classe? Come stimolare il senso di appartenenza? Uno sguardo veloce sulle attività didattiche che si possono agganciare alle materie più propriamente disciplinari (italiano, storia, geografia, arte e immagine, cultura materiale-educazione tecnica, scienze; nella primaria anche educazione motoria).

Durata:  12 ore da organizzare in 3-4 incontri
Tipologia: seminario interattivo
Costo individuale di partecipazione: 120 €, con un minimo di 15 iscritti.

RICORDO che nel caso in cui i corsi siano organizzati dalle scuole o da altri soggetti, il costo di ciascun corso formativo si riferisce al numero minimo di 15 partecipanti. Ciò significa che le quote in più saranno a disposizione per svolgere altre attività.

Immagine di copertina

Sull'autrice

Laura Cipollini

Sono laureata in architettura e ormai da 10 anni faccio ricerca-azione nelle scuole, gli unici laboratori permanenti di cittadinanza attiva che abbiamo in Italia! Lavorando nella scuola pubblica ci si rende conto che non abbiamo bisogno di viaggiare per scoprire il mondo, il mondo è nelle nostre classi. Ciò significa affrontare quotidianamente situazioni molto più complesse rispetto al passato, sia da un punto di vista relazionale sia da un punto di vista didattico. Su questo sito desidero condividere la mia esperienza.. con l’auspicio che diventi un luogo di confronto su temi oggi relegati purtroppo nelle aule scolastiche..

Lascia un commento