Download gratis Risorse

Antropologia e mondializzazione di M. Augè

Link per leggere il documento:        

ANTROPOLOGIA E MONDIALIZZAZIONE Augè

Area Ricerca Scientifica e Rapp. Comunitari
Unione Europea
Dipartimento di Sociologia e di Scienza Politica
Dottorato in Scienza Tecnologia e Società XVIII ciclo
Cofinanziato dall’Unione Europea
ANTROPOLOGIA E MONDIALIZZAZIONE
di Marc Augé

Novembre 2004
Il volume raccoglie i testi delle lezioni tenute al dottorato di ricerca in “Scienza, tecnologia e società”, che fa capo al Dipartimento di Sociologia e Scienza Politica dell’Università della Calabria, e che è cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo.
Marc Augé è Directeur d’Études presso l’École des Hautes Études di Parigi.

La traduzione e trascrizione delle lezioni è stata curata da Massimo Cerulo e Giuseppina Pellegrino.

Collana diretta da Giordano Sivini, coordinatore del dottorato di ricerca in “Scienza Tecnologia e Società”, Dipartimento di Sociologia

INDICE

I. ANTROPOLOGIA E MONDIALIZZAZIONE……………………………………………………………………………  4
I.1 L’oggetto dell’antropologia e la mondializzazione …………………..              4
I.2 Osservare l’altro, osservare la relazione: l’oggetto empirico ed intellettuale dell’antropologia …………………………………………………………………. 4
I.3 Contestualizzare l’oggetto: olio di palma, guaritori e banlieu ………………5
I.4 L’antropologia oggi: la globalizzazione come contesto …………………………8
I.5 La relazione e il simbolico ………………………………………………………………….. 8
I.6 Miti d’origine e globale/locale ……………………………………………………………. 9
I.7 Globalizzazione e coscienza planetaria ……………………………………………… 10
I.8 Surmodernità ……………………………………………………………………………………. 12
II. La città-mondo e il mondo-città ………………………………………………………… 13
II.1 La città come mondo ………………………………………………………………………. 13
II.2 Globale e locale tra urbanizzazione ed architettura…………………………. 13
II.3 Rovine, memoria e illusione …………………………………………………………… 15
II.4 L’ individualizzazione del consumo e non luoghi …………………………… 16
II.5 Cosmotecnologia …………………………………………………………………………….. 17
II.6 Non luoghi, spazio pubblico e spazio globale…………………………………… 17
III. Immaginario e utopia nel XXI secolo ……………………………………………… 19
III.1 Immagini, immaginazione e immaginario ……………………………………. 19
III.2 Crisi dell’immaginario e autenticità fabbricata …………………………….. 20
III.3 Immaginare l’altro: il sogno e la possessione………………………………… 21
III.4 Mitologia, rito e mito ……………………………………………………………………. 22
III.5 Silenzio dell’avvenire…………………………………………………………………….. 23
III.6 Utopia e felicità della conoscenza………………………………………………….. 24
III.7 Per che cosa viviamo?……………………………………………………………………. 25
III.8 Arte ed ideologia del presente ……………………………………………………….. 26
III.9 Accelerazione e paradossi spazio-temporali……………………………………. 27
III.10 Narrazione e società multiculturale……………………………………………… 28
IV. Il turismo e la mondializzazione ……………………………………………………… 30
IV.1 Spazio e immagine……………………………………………………………………-……. 30
IV.2 Turismo e viaggio: il turbamento della memoria ……………………………. 31
IV.3 Utopia del turismo ed ambivalenze…………………………………………………. 32
IV.4 Voyeurismo, turismo estremo e conoscenza ………………………………….. 33
IV.5 Viaggiatori e turisti nel turismo di massa……………………………………….. 34
Riferimenti bibliografici ………………………………………………………………………… 34

Riferimenti bibliografici
AUGÉ, M. (2004a), Perché viviamo? Meltemi editore, Roma.
AUGÉ, M. (2004b), Rovine e macerie. Il senso del tempo, Bollati Boringhieri.
AUGÉ, M. (1993), Non luoghi. Per un’introduzione all’antropologia della surmodernità, Eleutera editrice, Milano.
LÈVI-STRAUSS, C. (1965), Introduzione all’opera di Marcel Mauss, in MAUSS, M. (1965), Teoria generale della magia ed altri saggi, Einaudi, Torino.
LYOTARD, F. (1991), La condizione postmoderna. Rapporto sul sapere, Feltinelli, Milano.
MAUSS, M. (1965), Teoria generale della magia ed altri saggi, Einaudi, Torino.
VIRILIO, P. (2000), La bomba informatica, Raffaello Cortina editore, Milano.

Sull'autrice

Laura Cipollini

Sono architetto, operatrice di Teatro Sociale® e docente di sostegno. Da ormai 15 anni, prima come esperta esterna ed ora come docente interna, faccio progetti inclusivi nelle classi. Nella sezione delle Attività didattiche troverai qualche spunto per affrontare le lezioni in modo diverso. Per esperienza posso assicurarti che le metodologie utilizzate sapranno coinvolgere TUTTI i tuoi studenti su qualsiasi argomento, più o meno ostico, tu voglia proporre. TUTTI senza eccezioni! Con risultati sorprendenti

Lascia un commento